Tu sei qui

Festival

StazionA a Trento. Storie di convivenza a Trento e Altrove

Giovedì 5 luglio ore 20.30 stazione ferroviaria di Trento

Rassegna culturale “StazionA a Trento” Storie di convivenza a Trento e Altrove.

Little Naples Quando New York era la seconda città d'Italia

Little Naples – Quando New York era la seconda città d’Italia è una conferenza-spettacolo sull’emigrazione italiana a New York tra Otto e Novecento e su quello che ha prodotto in termini storici e sociali, ma soprattutto artistici. E’ strutturata per l’appunto come una “lezione”, tenuta da Francesco Durante, il quale, dal palco, racconta la storia del grande fiume di emigranti italiani in America del Nord, aiutandosi con numerose immagini. La “Lezione” è inoltre arricchita da numeri teatrali e musicali eseguiti dal vivo dagli attori di Teatri Uniti e O.T.C..

Isole di memoria Teatrodanza

Uno spettacolo sul mondo dell’immigrazione che segue le tracce di due racconti: Un hombre viene bajo la lluvia di Gabriel Garcia Márquez e L’equilibrista di Christiana de Caldas Brito. Una danza che coglie le molteplici possibilità che ha il corpo di raccontare per parlare dell'intimità di un mondo pervaso di sentimenti d'abbandono, attesa e nostalgia. Ma anche di umanità in lotta per ri/dare senso alla propria vita, umanità cariche di speranza e sogni di futuro.

Laboratorio della mostra ( Mai dire squola )

In abbinamento alla mostra Mai dire squola, che sarà esposta tutta la settimana del festival a Palazzo Thun, si svolgerà un laboratorio adatto a bambini delle scuole elementari e medie. Conduzione dei laboratori a cura di Giuseppe Cannone, Michela Puglisi e Silvia Xodo. In collaborazione con il Progetto Politiche Giovanili del Comune di Trento.

Pane dal mondo ( assaggi gastronomici )

Il pasto è un momento privilegiato per comunicare perchè il cibo è espressione di sentimenti, di storia e di cultura. il Gioco degli Specchi ripropone il felice appuntamento con Pane dal mondo per sperimentare, assaggiare, assaporare tante ghiottonerie provenienti da diversi paesi... a prezzi calmierati. Cucineranno per noi le donne di Prijedor, Elena Chesta Schwarz, Maria Jesus Perez Ruiz e Mina Igli. Con il sostegno di Acli Servizi Trentino Centro Servizi Fiscali

All'ombra dei rami sfacciati carichi di fiori rosso vermiglio

Scritto, interpretato e cantato da Gabriella Ghermandi, musiche di Alessandro Sorrentino. Il racconto, nato con l’idea di essere narrato a voce, apre e chiude parlando della tv etiope prima e dopo il golpe e, con la forma della metafora, vuole indurre alla riflessione sull’attuale situazione italiana. Il tutto si svolge nel clima culturale e storico degli anni '70 in Etiopia, quando in seguito ad un colpo di stato venne proclamata la Repubblica.

Eurotour 2007: il concerto di Alexian Santino Spinelli

Ambasciatore dell'arte e della cultura romaní nel mondo Santino Spinelli, in arte Alexian, é un Rom italiano residente a Lanciano in Abruzzo. È musicista, compositore, cantautore, poeta, saggista di fama internazionale. Ha due lauree, una in Lingue e Letterature Straniere Moderne e l'altra in Musicologia, entrambe conseguite all'Università degli Studi di Bologna. Insegna Lingua e Cultura Romaní all'Università di Trieste. Con il suo gruppo, l'Alexian group, tiene numerosi concerti di musica romaní in italia e all'estero.

Fare intercultura ( con Liana Borghi, Melita Richter, Lanfranco Binni e Maria Rosa Mura. Introduce Giovanna Covi. )

Introduce Giovanna Covi, Responsabilità affettive/effettive, per ricordare l'origine ed il senso dei rapporti intercorsi tra Toscana, Trento e Trieste fin dalla nascita de Il Gioco degli Specchi, l'importanza del confronto, dello scambio, del fare rete. Partecipano Liana Borghi, Raccontar/si, laboratorio SIL di Villa Fiorelli a Prato, Melita Richter, Interethnos e Multietnica a Trieste, Lanfranco Binni, responsabile del progetto regionale "Porto Franco. Toscana, terra dei popoli e delle culture", Maria Rosa Mura, Il Gioco degli Specchi di Trento.

I giochi del Gioco

Il Gioco degli Specchi propone giochi da tavolo, della tradizione locale o di altre culture. Sono tra le varie proposte: il Yenga, costruito nel laboratorio di falegnameria, restauro ed artigianato artistico Cooperativa Punto d'incontro; il Mancala, il Pylos, il Tantrix, il Batik e il Jumpin Java proposti dal Museo Tridentino di Scienze naturali e il carrom che abbiamo sperimentato altre volte con gli amici dell'associazione Scarambol Club di Rovereto. Lasciate perdere per un po' schermi, cellulari e tastiere: entrate, scegliete il vostro tavolo e giocate.

La Poesia del Pane ( con Paul Sark )

“Anche i versi hanno un sapore”. Potrebbe essere questo il contenuto che il pubblico potrà scoprire in occasione della performance presentata da Paul Sark e dai suoi amici poeti in occasione di questa rassegna del Gioco degli Specchi. Il cibo, ed il pane in particolare, segnano il ritmo e le cadenze di poesie interpretate da poeti e lettori provenienti da diverse parti del mondo, testimoniando così che legami ed interazioni possono convivere all’insegna della pace e della cooperazione, accomunati da un linguaggio universale come l’arte. Paul Sark non è nuovo ad esperienze di questo genere.

Pagine

Abbonamento a RSS - Festival