Tu sei qui

Letteratura dell'immigrazione in Italia

M

Editore: 
Besa
Anno: 
2002
Luogo di edizione: 
Nardò (LE)
Autore: 

Recensione: 

L’enigma racchiuso nel titolo del romanzo di Ron Kubati si scioglie quasi subito, nella seconda pagina del testo. Un uomo, voce narrante, si sveglia in una anonima stanza d’albergo, esce e si tuffa nello «strano silenzio deludente» di una altrettanto indefinita città.

Va e non torna

Editore: 
Besa
Anno: 
2000
Luogo di edizione: 
Nardò (LE)
Autore: 

Recensione: 

L'infanzia ai tempi della dittatura con il padre in carcere, i primi amori, gli studi programmati dall'alto e le trasgressioni per sentire la televisione italiana, la lotta degli studenti e dei democratici e la fine del regime.Ci sono per cominciare i ricordi dell'infanzia in Albania, a partire dagli amori dei quattro anni, la bimba bellina e la maestra d'asilo , per passare subito al momento dell'arresto del padre, evento vissuto con la scarsa coscienza della realtà di un bambino. "Io stavo ancora bene.

All'incrocio dei sentieri. I racconti dell'incontro

Editore: 
EMI - Collana Crescendo
Anno: 
2003
Luogo di edizione: 
Bologna

Presentazione: 

Si tratta di dieci racconti, alcuni già apparsi, e premiati, ma che valeva la pena rivedere insieme, arricchiti da testi nuovi, per avere una visione d' insieme della ricca identità culturale "trasversa" dell'autore.Abbiamo qui infatti sia le vicende di un immigrato in Italia e le sue "doppie" nostalgie, la sua condizione di "doppia assenza" sia la rievocazione della cultura tradizionale del suo luogo d' origine, il Togo, rievocato attraverso personaggi pieni di vita.Il testo è stato pensato per la scuola, ma una volta tanto ciò non nuoce al gusto della lettura: la curatrice, Giovanna Stang

Pagine

Abbonamento a RSS - Letteratura dell'immigrazione in Italia