Tu sei qui

Proposte dal mondo

Le lacrime del lago Tai

Editore: 
Marsilio
Anno: 
2014
Luogo di edizione: 
Venezia

Presentazione: 

Chen Cao avrebbe voluto vivere come poeta e traduttore, traduce sì, ma solo libri polizieschi e lavora come ispettore capo di polizia a Shangai. È questo il personaggio di Qiu Xiaolong che anima molti suoi romanzi, un uomo colto che cita poesia ad ogni piè sospinto, quando non la compone.
In questo testo, il settimo della serie, l'autore affronta il tema dell'inquinamento, la dedica è infatti “Per i laghi e i fiumi inquinati della Cina”.

Si paga con la vita. Sarajevo 1991-2012. Poesie scelte

Editore: 
Il Ponte del Sale
Anno: 
2015
Luogo di edizione: 
Rovigo

Recensione: 

Possiamo ascoltare il pensiero e la musica di una poeta contemporanea grazie alla concorde e generosa azione di almeno tre persone. Uno scrittore che vive sul crinale di più mondi e vuole farci partecipi di quello da cui proviene, una appassionata traduttrice che si mette a nostra disposizione, un editore temerario.


Dietro la stazione

Editore: 
Keller
Anno: 
2013
Luogo di edizione: 
Rovereto (Trento)

Recensione: 

"Dietro la stazione ci sono le macchine dei soldati. Noi li teniamo d'occhio, il sabato mattina se ne vanno e la domenica sera lasciano di nuovo la macchina dietro la stazione. Aprono il baule e tirano fuori borse e valigie e le armi. Le armi non hanno il caricatore. Li guardiamo mentre si fanno il nodo alla cravatta e abbottonano la camicia. Infilano la casacca con le mostrine sulle spalle, calzano il berretto, parlano tra loro, passano davanti alla stazione e scompaiono oltre la curva di via dalla staziun."


Congo

Editore: 
Feltrinelli
Anno: 
2014
Luogo di edizione: 
Milano

Recensione: 

"È sempre l’oceano, ovviamente, ma si vede che qualcosa è cambiato, il suo colore è diverso. Le onde, basse e larghe, continuano a dondolare delicatamente, c’è ancora soltanto oceano, ma il blu si macchia a poco a poco di giallo. Però non si forma il verde, contrariamente al ricordo che ci ha lasciato la teoria dei colori, ma qualcosa di torbido. L’azzurro luminoso è scomparso. L’increspatura turchese sotto il sole di mezzogiorno è sparita. Il cobalto insondabile da dove sorgeva il sole, l’oltremare del crepuscolo, il grigio piombo della notte: finiti.


La felicità araba. Storia della mia famiglia e della rivoluzione siriana

Editore: 
ADD
Anno: 
2013
Luogo di edizione: 
Torino
Autore: 

Presentazione: 

L'autore dà voce a tre generazioni della sua famiglia che hanno vissuto sulla pelle i dolori della dittatura. Accanto a queste esperienze se ne affiancano molte altre, di giovani uomini e donne siriani, esuli, che si impegnano e lottano per la libertà del loro paese.
Il libro è un manifesto per il popolo siriano, a cui l'autore, che vive in Italia, cerca di dare voce.
La prefazione è di Dario Fo.
Con il patrocinio di Amnesty International e un testo di Riccardo Noury.

Il comandante del fiume

Editore: 
66than2nd
Anno: 
2014
Luogo di edizione: 
Roma

Presentazione: 

Il comandante del fiume è il secondo libro di Cristina Ubax Ali Farah. Racconta di Yabar, diciotto anni, ricoverato a Roma in ospedale, e del comandante del fiume, che in una leggenda somala deve fronteggiare i coccodrilli. Yabar deve fare i conti con la mancanza del padre (tornato in Somalia a combattere) e imparare ad accettare il sostegno che gli danno le donne che gli vogliono bene, in primo luogo la madre, e poi la zia Rosa e la figlia di lei, Sissi.

Roma negata

Editore: 
Ediesse
Anno: 
2014
Luogo di edizione: 
Roma
Autore: 

Presentazione: 

Quali sono le tracce dell’avventura coloniale italiana a Roma? Roma negata è un viaggio attraverso la città per recuperare dall’oblio un passato coloniale disconosciuto e dare voce a chi proviene da quell’Africa che l’Italia ha prima invaso e poi dimenticato. Igiaba Scego racconta i luoghi simbolo di quel passato coloniale; Rino Bianchi li fotografa, assieme agli eredi di quella storia. Il risultato è una costruzione narrativa e visiva di un’Italia decolonizzata, multiculturale, inclusiva, dove ogni cittadino possa essere finalmente se stesso.

Il bacio di Lampedusa

Editore: 
Castelvecchi
Anno: 
2014
Luogo di edizione: 
Roma

Recensione: 

Il romanzo d'esordio dello scrittore tunisino, scritto nel 2011 e tradotto in Italia nel 2014, ha il merito di arricchire con un contributo originale la oramai abbastanza vasta bibliografia sul tema degli attraversamenti del Mediterraneo in direzione della piccola isola siciliana. L'aspetto interessante e innovativo di questo testo sta nel genere entro il quale si può collocare, la fantascienza o il fantastico, inclusivo anche, perlomeno nella prima parte, di un mistero da svelare.

Sole a Tehran

Editore: 
editpress
Anno: 
2014
Luogo di edizione: 
Firenze

Recensione: 

Il primo libro della scrittrice iraniana tradotto in lingua italiana da una esperta del tema, Anna Vanzan, (http://www.ilgiocodeglispecchi.org/libri/autore/vanzan-anna) ritorna su vicende care a molti autori connazionali di Fereshteh Sari: la articolata e contraddittoria storia contemporanea dell'Iran che in quest'opera viene raccontata per voci di donna.

Il muro intorno

Editore: 
Le lettere
Anno: 
2006
Luogo di edizione: 
Firenze
Autore: 

Presentazione: 

In un campo di accoglienza a Berlino si intrecciano le storie di Nelly e dei suoi bambini, di Hans, fuggito come loro dalla DDR, e di Krystyna, una profuga polacca, venuta nella speranza di curare il fratello. Vivono tutti nel campo, non nel mitico occidente della libertà, ma “in un campo con un muro intorno, in una città con un muro intorno, in un paese con un muro intorno.”

Pagine

Abbonamento a RSS - Proposte dal mondo